cavitazione  
 
L'emissione di ultrasuoni a bassa frequenza costituisce una valida alternativa alla scelta chirurgica nel trattamento delle adiposità localizzate.

Ridurre il grasso localizzato è uno dei problemi estetici che preoccupa sia uomini che donne. C'è chi, nei casi più estremi, pensa addirittura ad un intervento chirurgico per eliminare il grasso. C'è però un sistema alternativo, di nuova generazione, che consente di eliminare l'adipe in eccesso, in modo meno invasivo.

La cavitazione non è altro che un metodo di emissione di ultrasuoni che viene utilizzato per vari scopi, compresa la medicina estetica. La tecnica prevede che un liquido sottoposto in maniera adeguata ad ultrasuono (frequenze da 20 KHz a 10 MHz) generi onde di espansione (pressione negativa) ed onde di compressione (pressione positiva).

Se l’intensità dell'ultrasuono è adeguato, può causare la formazione, la crescita, ed una rapida decompressione delle bolle di vapore nel liquido. L'implosione delle bollicine di gas rompe le cellule adipose, che possiedono membrane particolarmente fragili e quindi facilmente danneggiabili.

La rottura della cellula adiposa fa si che il suo contenuto (tossine, colesterolo, acidi grassi, ecc.) venga liberato e quindi assorbito dal circolo linfatico, che a sua volta ne consente l’espulsione.

Gli ultrasuoni, dunque, vengono utilizzati proprio per far lisare le cellule adipose.

In questo modo, si può ridurre il tessuto adiposo in modo graduale ed indolore senza ricorrere alla chirurgia. Il grasso eliminato viene assorbito dal sistema linfatico e smaltito dal metabolismo senza che ce ne accorgiamo. Inoltre, ha anche proprietà diuretiche, poiché aiuta i reni e la circolazione del sangue, eliminando alcune delle scorie semplicemente attraverso l'urina.

La cavitazione, quindi, è una tecnica che prevede notevoli miglioramenti nella:

• Riduzione di adiposità localizzate
• Rimodellamento corporeo
• Riduzione della buccia d'arancia
• Forte drenaggio di liquidi ristagnanti

Una seduta dura dai 40 ai 50 minuti. Il trattamento è localizzato e ci si sofferma sulle zone più problematiche lavorando con cavitazione per circa 30-40 minuti. Successivamente si procede con un massaggio vacum ad azione drenante per circa altri 15 minuti. Si potrà notare una riduzione dell'adiposità già dalla prima seduta. I risultati ed il numero di sedute variano da individuo ad individuo.

L'operatore esegue un'attenta analisi corporea per personalizzare il trattamento in base alle necessità individuali.

Normalmente si svolgono cicli da 6/10 sedute, una seduta ogni 7-10-14 giorni, a seconda dell'intensità del problema, dalla risposta personale e dagli eventuali valori ematoclinici.